“BURNIN’ MY DESIRES” – Ragazzi che vogliono fare musica … con passione e professionalità

BURNIN' MY DESIRES (1)

Un nuovo gruppo, formato da cinque giovanissimi, sta iniziando a farsi notare. Si tratta di Davide, Aurelio, Fabrizio, Paolo e Alexey: cinque amici legati da una forte fratellanza e, soprattutto, dalla passione verso la musica. Ne parlano con Ivonne Agostino
BURNIN' MY DESIRES (3)

Durante l’adolescenza spesso capita che i ragazzi trovino nella musica la loro migliore amica, una fedele compagna capace di rispecchiare i loro stati d’animo.

Parlando con i componenti dei “BURNIN’ MY DESIRES” – che provano in riva al mare, in uno dei posti più belli della riviera – cerchiamo di capire chi sono e quanto la musica sia incisiva nella loro vita:

fabrizio Befumo e Paolo Russo

fabrizio Befumo e Paolo Russo

Chi siete?

F: Picere! Sono Fabrizio Befumo, ho 16 anni e vivo a Capo D’orlando.

I miei colori preferiti sono il nero e il viola e suono la batteria nei “Burnin’ my desires”.

A: Piacere, sono Aurelio Restivo, vivo a S. Agata e sono la voce del gruppo.

P: Sono Paolo Russo, ho 19 anni, vivo a Naso e suono il basso. Sono appassionato anche si elettronica e informatica. Il mio colore preferito è il nero.

A: Ciao! Sono Alexey Kisarin. Sono la chitarra ritmica del gruppo!

Davide Andriano

D: Sono Davide Andriano, ho 18 anni e vivo a Capo D’Orlando. Suono la chitarra e sono il solista del gruppo. Mi definisco un chitarrista rock/ hard rock.

 

Com’è nata la vostra passione per la musica?

D: Io sono cresciuto a stretto contatto con la musica. L’ascoltavo insieme a mia madre, cantavo con lei svariate canzoni italiane e senza rendermene conto mi sono ritrovato legato indissolubilmente a questo mondo. All’età di 14 anni ho scelto di dar sfogo alla mia vena artistica, iniziando a studiare da autodidatta la chitarra.

F: Ora vi farò sorridere! Fin da piccolo mi piaceva percuotere le pentole a casa! Da un gioco infantile è poi nata una passione: a 13 anni, un po’ guidato dalla voglia di emergere da una massa conforme a sé stessa, ho iniziato ad ascoltare gli Slipknot. Crescendo, con consapevolezza, ho capito che attraverso la musica potevo esprimere me stesso.

Aurelio: Ero solito occuparmi del greast durante la stagione estiva, all oratorio del mio paese. Fra le varie attività proposte vi era la chitarra e, senza aspettarmelo, in due anni iniziai a insegnare io stesso a suonare lo strumento. La mia band preferita sono i Black Veil Brides. Incontrare questi ragazzi, con cui ogni giorno le giornate si trasformano fra note e risate, mi ha cambiato la vita.

A: La mia passione per la musica è nata ascoltando i Nirvana ed i Metallica.

Mi sono appassionato alla chitarra e, quando me ne regalarono una classica, incominciai io stesso a suonare.
Conoscevo già Davide e Fabrizio. Devo dire che sono stati delle influenze dirette per quanto riguarda l ambito musicale.

P: La mia passione per la musica è nata grazie a mio cognato che, fin da quando avevo nove anni, mi ha instradato a gruppi quali i Nirvana, i Soad ecc.

Inizialmente cantavo, esibendomi insieme ad un amico. Successivamente mi dedicai al basso, lo strumento che tutt’ora suono nel gruppo.

BURNIN' MY DESIRES (2)

Avete studiato o vi siete portati avanti da autodidatti?

L’unico ad aver studiato è Paolo: ha frequentato il conservatorio e varie accademie nonostante abbia, infine, deciso di proseguire il suo percorso senza affidarsi a nessun terzo se non a se stesso. Il resto dei ragazzi ha imparato autonomamente.

Come ci dice Fabrizio: “Da autodidatta, la musica la tratti diversamente. Il musicista ha una relazione diversa con lo strumento.

Non si sente legato ad uno schema, ma “vive” maggiormente ciò che crea.

Vi è empatia.

BURNIN' MY DESIRES 23

Com’è nata l’idea di formare il gruppo?

Fabrizio e Davide, accomunati dalla passione verso la musica, iniziano ad instaurare un rapporto di amicizia vero e sincero. Inizialmente per gioco, successivamente con l’intento di coltivare un sogno insieme, cominciano ad allenarsi davanti al piccolo spiazzale sotto casa di Fabrizio, offrendo un piacevole spettacolo agli automobilisti di passaggio.
Successivamente si unirono al gruppo Aurelio e Alexey ed, infine, Paolo.

BURNIN' MY DESIRES 234

È complicato andare d’accordo nel gruppo?

F: Fra noi non è difficile andare d’accordo, siamo buoni amici dopotutto. A volte, però, si crea una leggera tensione. Sono molto esigente e ci tengo che tutto venga ben curato: se le mie aspettative non vengono soddisfatte, non riesco a nasconderlo.

D: Per quanto mi riguarda, questi ragazzi sono la mia seconda famiglia! Il nostro rapporto è molto solido ma, indipendentemente, siamo sempre sinceri gli uni con gli altri quando qualcosa non va. Vogliamo raggiungere un dignitoso livello, dopotutto.

P: Se vogliamo essere una band professionale è giusto comportarci da professionisti.

BURNIN' MY DESIRES 234 logo

È stato difficile dare un nome al gruppo? Con quale criterio è stato scelto?

P: “Burnin’ my desires” significa “Bruciando i miei desideri”. Vi è un significato strettamente spirituale per noi molto importante.

Burnin’ my desires è il titolo di una canzone dei Sex romance, band storica locale: canzone che ci rispecchia e identifica il nostro concetto di musica.

 

Siete una cover-band o fate anche inediti?
Attualmente siamo una cover-band ma abbiamo già tre inediti in cantiere.

BURNIN' MY DESIRES 23456

Su che genere siete concentrati?

Hard rock/ Heavy metal. Si tratta di un genere non eccessivamente pesante, facile da ascoltare.

Avete una casa discografica su cui appoggiarvi?
No, non ancora. Collaboriamo però con un nostro amico, Luigi de Blasio, che ci segue e sostiene.

 

Ognuno parla dei suoi ruoli: cosa suonate e quanto è importante nella band?

F: Io suono la batteria. Essere il batterista significa essere il “direttore d’orchestra”. Io conduco, tengo il tempo ed è molto importante che io non perda il ritmo perché farei deragliare anche gli altri.

Aurelio: Io sono la voce. Effettivamente non è essenziale il mio ruolo perché possono esserci band semplicemente strumentali.

Eppure la voce riesce ad essere “l’attrattiva”. Io, cantando, cerco di farlo con passione, di esprimere me stesso nella mia musica.

P: Io suono il basso. Il basso è il perno, le fondamenta in un gruppo. Ha il ruolo armonico per eccellenza. Fa da “ponte” tra le alte e medie frequenze delle chitarre e la batteria. Il sound complessivo del gruppo migliora con esso.

A: Io suono la chitarra ritmica. Questa è importante ma non totalmente indispensabile per una band.

La sua funzione è quella di tenere accordi o ritmi in generale con lo strumento, in più deve essere strettamente legata alla chitarra solista.

D: Io mi occupo di quest’ultima. Il mio compito e di “abbellire” il tutto!

14305242_1689847921342048_1145385148090906973_o

Il motto del vostro gruppo?

Non abbiamo un vero e proprio motto! Prima di iniziare una serata diciamo “Burn” per augurarci buona fortuna e iniziamo a suonare.

 

Perché una casa discografica dovrebbe prendervi in considerazione?

Una casa discografica potrebbe prenderci in considerazione fondamentalmente perché abbiamo varie idee. Portiamo novità, anche per quanto riguarda il genere. Iniziando a comporre inediti abbiamo assunto la consapevolezza di chi vogliamo diventare.

Noi suoniamo per passione, per esprimere ciò che sentiamo.

Vale la pena ascoltarci perché quando si lavora con ciò che si ama, si crea un connubio perfetto.

La nostra compagine riesce a esprimere se stessa, riflessa in ciò che produciamo.

 

Cosa suggerite ai gruppi nascenti?

Buttatevi, non abbiate paura del giudizio altrui. Siate consapevoli delle vostre capacità e cercate di farvi conoscere tramite Internet.

Suonate inizialmente per voi.

 

Perché ascoltarvi?

Siamo una novità, abbiamo tanto da dare e da trasmettere. Vale la pena investire su di noi.

 

In bocca al lupo, ragazzi…

 

 

 

ivonne per ibro brolo

Ivonne Agostino

 

 

La band:

Lead Vocal: Aurelio Restifo
Lead Guitar: Davide Andriano
Rhythm Guitar: Alex Kisarin
Bass Guitar: Paolo Russo
Drums: Fabrizio Befumo

simbolo facebook logo

info e contatti: @burningmydesire

oppure 388 892 6354 (Davide Andriano)

su facebook: https://www.facebook.com/pg/burningmydesire/about/?ref=page_internal

Lascia un commento