IRENE RICCIARDELLO – Devo dire ancora grazie alla Protezione Civile di Brolo

Dopo l’incendio di ieri a Parrazzà: Ed il responsabile del Gruppo sottolinea….

“Fin dalle prime luci dell’alba, -ha detto il sindaco di Brolo, ieri – i nostri ragazzi del gruppo di volontari Protezione Civile Brolo sono stati impegnati nello spegnimento di un incendio in contrada Parrazzà.  Pur essendo un incendio vasto che ha addirittura minacciato anche qualche abitazione, non sono arrivate, in supporto, squadre di vigili del fuoco o forestali perchè tutti impegnati nell’enorme incendio di Piraino.

I nostri ragazzi, – continua il sindaco – da soli, hanno lottato contro le fiamme riuscendo a domarle dopo ben 5 ore.  Grazie, grazie, mille volte grazie al cuore generoso e impavido di questi volontari che non badano a pericoli. Sono orgogliosa e fiera di voi. E non oso pensare a cosa sarebbe potuto accadere se non ci foste stati nemmeno voi…”

Un commento postato su facebook. Tanti like e i commenti di approvazione ed anche la puntualizzazione di Tindaro Pintabona, il presidente dell’associazione che evidenzia:

Caro Sindaco ringrazio a nome mio è ha nome di tutti i volontari della protezione civile di Brolo.

Grazie.

Grazie a te Sindaco, ma un grazie lo dobbiamo a tutta l’amministrazione comunale, al vicesindaco Gaetano Scaffidi, di cui assessore alla Protezione civile, alla nostra Dominga, e tutti i componenti della protezione civile.

Quello che mi fa rabbia a me come responsabile del Distaccamento di Brolo che dopo cinque ore buttati nel fuoco e le fiamme che ci circondavano, arrivando a Brolo mi sento dire da persone  (ma chi ti porta? Prima mettete fuoco e poi partite per spegnere. Come quei volontari che si parla in questi giorni in tutti i telegiornali locali)

Io dico a queste persone prima di parlare di collegare il cervello con la lingua e vi dico solo questo. VERGOGNATEVI PER QUELLO CHE DITE. i volontari di protezione civile non percepiscono nemmeno un centesimo nemmeno per le spese di carburante perché lo paga il comune di Brolo.

Ma siamo fieri e orgogliosi per tutto quello che facciamo per la comunità Brolese, e non solo pure per i paesi limitrofi.

Ringrazio tutte quelle persone che ci chiamano e ci avvisano quando ci sono incendi grazie della collaborazione.

Aggiungendo: “A quasi due mesi dall’avvio della campagna antincendio 2017 è sotto gli occhi di tutti l’attacco prevalentemente criminale subito dalla Regione siciliana che ha distrutto migliaia di ettari di bosco e di macchia mediterranea, sterminato numerosi animali o causato l’impossibilità di vivere nel loro habitat naturale.

Hanno altresì procurato danni ad attività economico-produttive a privati e a strutture turistico-ricettive.

Tutto ciò oltre a causare un grave danno all’immagine della nostra Regione e distoglie risorse che sarebbe stato possibile destinare allo sviluppo del territorio.

Come avviene ogni anno, anche questa estate il Sistema di Protezione Civile, seppur messo a dura prova, ha reagito mettendo in campo le forze migliori di cui è dotato.

Tutti conoscono l’abnegazione dei Vigili del fuoco o lo spirito di sacrificio degli uomini del Corpo forestale e degli operai forestali, ma va evidenziato il fondamentale ruolo, anche nelle attività di spegnimento degli incendi, svolta dalle Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile.

Essere volontario è una vocazione, è una decisione intima e personale.

Il Volontario si assume un impegno nei confronti della collettività, stabilendo di dedicare parte del proprio tempo agli altri.

Il Volontario è un altruista che spesso opera quando tanti piangono riuscendo col suo impegno a restituire un sorriso alla gente restituendo la speranza di un futuro.

Il Volontario mette a disposizione la propria esperienza e con gesti semplici, frutto di professionalità acquisita contribuisce alle attività di prevenzione e soccorso.

Il Volontario ha una visione positiva e collabora con chi è preposto istituzionalmente a trovare soluzioni alternative ai problemi prodotti da una calamità.

Il Volontario, soprattutto, svolge la propria attività gratuitamente e senza scopi di lucro, anche indiretti, non riceve alcun compenso e trae beneficio e soddisfazione solo ed esclusivamente dall’essersi reso utile nei confronti del prossimo.

Il Volontariato ha un ruolo centrale nella società e nel percorso formativo dei giovani, infatti, le Organizzazioni di volontariato sono luogo di apprendistato alla partecipazione democratica e politica della vita della comunità e di costituzione e diffusione di educazione civica e della cultura della solidarietà.

Gli ultimi tristi episodi di cronaca, che vedono responsabili di incendi dolosi i Vigili del fuoco volontari o cosiddetti “discontinui” hanno ingenerato confusione tra i non addetti ai lavori gettando ombre sul Volontariato di protezione civile e sul Corpo dei Vigili del fuoco il cui impegno è indiscusso.

Preme specificare che non si tratta di veri volontari, ma di una forma di precariato e quindi di lavoro retribuito.

I Volontari di protezione civile, al contrario, non sono retribuiti in alcun modo e rappresentano i custodi più cuappassionati del territorio e delle comunità in cui VIVONO……… Ieri ho letto questo post inviato dal capo dipartimento regionale ing. FOTI INVITO QUELLE PERSONE CHE PARLANO E DICONO CAZZATE SUI VOLONTARI ONESTI E BUTTANO FANGO, INGIURIE, “Iastime” SULLE FAMIGLIE. DI LEGGERE ATTENTAMENTE QUESTO POST.

 

Lascia un commento