BROLESI – Tra ironia e amarcord

 

 

579002_10201882027225855_1991632361_nTanti ricordi, valanghe di emozioni, luoghi del cuore, istantanee che fissano moti dell’anima e tutto quello che ci è rimasto dentro di una Brolo che non c’è più, che è cresciuta … a volte malamente, che ci ha lasciato, per partenze ed assenze, a tratti più vuoti, a volte ricchi di pensieri ed amici .. sicuramente più grandi. Adulti, ed anche con qualche solitudine in più.

Così dopo la rubrica “brolesi” lanciata proprio dal nostro giornale, i ricordi affidati ai libri della Pro Loco e dell’amministrazione comunale, quelli che ci rievocano – e ci legano- le migliaia di foto dell’archivio storico dei Pidonti, fonte inesauribile di testimonianze e ricordi, oggi spopola la moda dell’amarcord sul social network.

Di slancio hanno superato in poche ore – entrambi – quota seicento – firmando un successo che li eguaglia a quelli già raggiunti di centinaia di pagine “virtuali” uguali che disegnano e raccontano di tanti comuni d’Italia.

Sono le pagine facebook “Sei di Brolo se …” e “Foto antiche di Brolo”

Si può esser di Brolo senza esser mai andati allo scoglio a nuoto, oppure senza aver imparato a nuotare senza i consigli di “cumpari Caliddu”?

1005765_10201882041666216_1388296676_nEd ancora senza aver mai trascorso la Pasquetta scolastica a Mersa o sconoscere le prodezza della “Piovra”?.

Certamente no.

Oppure come non si può non postare, per spirito egoico, per voglia di esserci, perché poi si diventa tutti emozionalmente deboli, una foto che ricorda le Monache, la Sarta, gli Amici, lo sposalizio di Mamma e Papà sulla pagina “vecchie foto di Brolo”?

È la moda del momento che spopola a Brolo, che corre su Facebook, di gran lunga il social network più frequentati del web.

1551621_10202161465011529_1916454156_n

E’ un modo per fare comunità, per condividere ricordi, emozioni, e appunto i luoghi del cuore.

È un modo che non a caso include e racchiude lo spirito di essere brolesi.

Non a caso … appunto, nel momento tra i più bui che la comunità si trova a vivere.

1617757_215873551936225_713342136_oCosì scatta, forse inconsapevolmente, l’orgoglio di appartenenza, condividere l’amarcord del ricordo, vuoi che sia il primo bacio, il primo lavoretto, la prima marachella o “’mbriacatura”, la prima sigaretta o una canzone – quella che faceva battere forte il cuore ascoltata  al localino che poi divenne un pub e che nessuno ormai ricorda più il nome.

Così Facebook diventa una macchina del tempo, che porta indietro, che risveglia appetiti, rinnova emozioni, fa assaporare ricordi, un grande album fotografico collettivo dove ognuno ci mette del suo.

Una memoria collettiva di una comunità che stenta a volte a rincontrarsi, a riconoscersi ma che poi, in un virtuale che diventa reale, vede che ognuno ha qualcosa da raccontare, un ricordo da condividere, un’emozione da vivere e far rivivere.

1620809_10201404324134702_1870953628_nEd ecco che luoghi come tabacchini, putie, muretti, si ripopolano, si rianimano come quei personaggi che sono andati via, ma che hanno riempito spazi e tempi e che poi sono diventati ricordi.

Proviamo a fare un viaggio nella memoria ed i quei ricordi dei brolesi … che siamo noi.

Proviamo a fare un gioco, quello dell’amarcord, che ci regala  un’idea di Brolo, di come ci si divertiva con poco.. di quel paese che in tanti hanno provato a distruggere – con piani regolatori azzardati, povere idee senza cultura, dove il cemento ha fagocitato agrumeti e lavanari – ed eccome riemergere i luoghi della memoria, il vecchio edificio del saponificio, la Filanda, e poi la villa dove – appena sopra lo svincolo – con i suoi leoni di pietra.

Ed ancora luoghi dimenticati: la Giara con i suoi lampadari a forma di grandi bocce, ora lì c’è Griffe, la “Mannara” divenuta poi una “pompa” di benzina”, gli zingari accampati con le loro seicentomultiple sotto il ponte, e rincontriamo cumpari Vasili, Teresa a pazza, a “Buzzetta“, Enrico, e poi ancora Don Santo, U ‘Dummisciutu, ‘U Mininchiu .. Lo Vercio con il carretino dei gelati e se non ci scansiamo in fretta anche Nino Biondo che sfreccia con la sua bicicletta.

1795446_10201342807072771_907313523_oUn sito per i nostalgici?

Non solo.. Ma anche per chi ha voglia di sapere, non vuol dimenticare.. un “postare” che diventa anche un rito quello del “io c’ero”.

Ed allora grazie a chi ci regala queste “emozioni” mentre le foto disegnano, spesso in maniera inedita quei luoghi di Brolo difficili da dimenticare.

 

1800455_567895276637134_191740608_n

 

Scopriamone alcuni:

 

 

sei di Brolo

…se hai assaggiato almeno una volta il te’ col wisky che Don Ciccino Caruso faceva al campo dopo gli allenamenti…

… ricordi il mitico Nino Spanó che con la sua Fiat Uno comunicava “Si informa la cittadinanza che verrà tolta l’erogazione dell’acqua”

Se ti ricordi la maestra della scuola materna Rita Lazzara Lombardo che ha cresciuto diverse generazioni di bimbi.

…la sera uscivi per andare alla Luna Nera

Sei di Brolo se aspettavi il lunedì sere per andare al cinema e vedere la proiezione di due film…….

sei di Brolo…..se ti ricordi a don Tinniru u bummularu

Sei di Brolo se…ricordo con grande emozione la consacrazione al sacerdozio di Fra Felice !!! era il maggio 1987

Sei di Brolo se ogni hanno aspettavi con gioia la festa a Piana pu “u giocu di pignateddi” !!!!

…Se quando arrivavi al campo sportivo in qualsiasi giorno e ora vedevi “Don Mariano”…

Sei di Brolo se… ricordi di Don Nicola “primo maggio”

sei di Brolo se ogni volta che esci di casa dici “scinnu a Brolo”

…almeno una volta hai sentito urlare al campo il mitico Don Ciccio Caruso: Arbitro sei in mala fede! E sugli spalti don Mariano Cipriano: Arbitro pi mi hai na malanova!

sei di Brolo se…in estate prendevi posto vicino le barche per ripararti dal sole..

… se almeno una volta hai visto inchiodate all’albero davanti alla porta delle scuole elementari “basse”…tante povere lucertole precedentemente acchiappate col “chiacco”…

Se ricordi la famosa domanda del prof. Arasi: “Di che colore era il cavallo bianco di Napoleone?”

sei di Brolo se hai fatto parte della classe coi grembiuli bianchi, quando in tutta la scuola i grembiuli erano neri …ed il tuo impegno al mattino era “gonfiare al massimo il tuo fiocco rosa”

Sei di Brolo..ti ricordi il barbiere Carmelo cogghifriddu...

…se  cattavi i bombuli unni u rotulu!

Se….e solo se ti appassionava l’agonismo sportivo di don Carmelo “pietà” sulla sua bicicletta rossa.

Ma vi ricordate a signora MARIA A BUZZETTA a mastra di ricamo?

Sei di Brolo se anche tu hai incrociato JONNY  dentro un pozzetto dei gelati nella discesa di Fiumara e con la lapa a vendere la Birra se non mi sbaglio Birra Gosser

Sei di Brolo ti ricordi a Fabrica di limona du Zu Lillu sutterutti…

Sei di Brolo se…. ti ricordi del maestro Scaffidi, o del dott. Giacinto Garofalo

sei di Brolo se a scuola hai avuto come compagno di classe un cipriano o un iuculano

si di brolo ti ricordi del negozio della mamma di Litterio davanti brolo

A carni infurnata del Capitano!

Sei di Brolo se… almeno una volta hai visto il mitico Nenè arrampicarsi sul pluviale della palazzina sopra Piazza Roma (dove c’è lo studio del Dr. Giannitto) per recuperare il pallone “San Siro” calciato su un balcone al secondo piano da qualche scarpone come me….

se sei di Brolo…..ti ricorderai del calcetto in piazza annunziatella

Sei di Brolo se…ricordi la famosa domanda del prof.Arasi, cosa pesa di più un chilo di ferro o un chilo di paglia

Sei di Brolo se…appena uscivi da scuola andavi alla putia della signora Rita

Sei di Brolo se….quando devi raccontare qualcosa ad un amico, esordisci dicendo :

Sei di Brolo se… quando vai a mare da qualsiasi altra parte e nun viri u “scogghiu ri brolu” pari chi manca qualcosa!

Se sei di Brolo….. ti ricorderai il mitico Gennarino che al campo sportivo di Brolo quando giocava il TIGER, sbanniava” A NOCCIOOOOOOOLIIIIIIIINA A NOCCIOOOOLIIIINA A NOCCIOOOOOLIIIINA….

sei di Brolo se ricordi un grosso alano bianco nella zona castello

Sei di Brolo se andavi al supermercato della sig.ra Elia nella salita del castello

…se hai avuto alle elementari la maestra Consiglio!

Sei Brolitano se almeno una volta hai avuto modo di far arrabbiare compare Vasili Tusa dicendogli “a cruci a portu ió!”

Giucavi “e ciappi chi figurini” ‘nto cortili da scuola elementari!!!

Se facevi la spesa all Esserrea dalla signora Elia e il resto te lo dava in caramelle..

Se sei di Brolo nn ti scorderai mai di Paolo Gullà ♡♥♡♥

Si uannu senti a petru sbanniare a prima cosa chi sbannia su sempre anciove

Sei di Brolo se anche tu conoscevi Nino Bricichetta. Il grande Nino Baggillera

Se sei di Brolo tu ricordi u mininchiu senza scarpe ca canuttera ianca

Se sei di Brolo ti ricordi du “Curatulu” che proiettava i film al cinema….

…e poi andavi a prendere i garofani da giovanni u palirmitanu

Sei di Brolo se ti ricordo un personaggio storico………… Il mitico “Sergente”!!!!!!

Le “imprecazioni” di Santino Spinella contro l’arbitro alle partite

.. se sei di Brolo ti ricordi la parrucchiera Dolly, vicino c’era il negozio di elettrodomestici di

… se ti ricordi “donna Cona”, il “terrore” dei bambini!

si di Brolo ti ricordi a saletta di Ninai

Sei di Brolo si ti ricordi a casa di donna Lauretta Gorgoni to mezzu o lungomare unni ora c’è a piazzetta di fronti o gattopardo

se per Pasqua il tuo maestro Rosario Scaffidi ti portava a Siro’ a festeggiare la pasquetta e mangiare la ” Coddura”….

se sei di Brolo ricordi il calcetto femminile con Mela Sidoti

Sei di Brolo se ti ricordi un campo da tennis dietro la chiesa….era di Gembilllo!

923432_10202926607587755_1460427374_nSei di Brolo….se passavi tutti i pomeriggi seduta “nel muretto”…

sei di Brolo se….almeno una volta ti hanno raccontato di “chiddu chi si jttò du ponti da ferrovia cu paraccu“!

Sei di Brolo se…. u castediu!!!

Sei di Brolo se ti ricordi la bottega dei Marino sulla nazionale dove adesso c’è Tempo di Sport….

se sei di Brolo ti ricordi il BOOM BOOM ROOM…..anni ’95..

…se ti ricordi il negozio di elettrodomestici “du Bruciatu”….

…alla festa a brolo…quand’era nella via dante…se eri “maschio”ti compravi lo spara calia…se eri “femmina”….eri vittima dei fuochi incrociati…

Sei di Brolo se ti ricordi la stalla di don Nino Masi dove c’è adesso il bar Sport, di sotto…

… se ricordate “Malutempu” e “Franciscu u Liuni”!?

ti rumpisti nna iamma anzi a iamma (capisci a me) ccà famosa ntinna a mari…..mizzica picchì non a fannu chiù???? facemu un gruppu va…. Vulemu a ntinna a mari!!!!!!

Sei di Brolo se conoscevi Compare Caliddi che insegnava a nuotare ……

Sei di Brolo si quannu eri in giru di notti e evi a biviri a mersa o a cuba.

… se ti ricordi i pescispada giganti del mitico “Caloriu Nascuni” e il suo motto: “Rossella ieni, a frischizza du Mari”!!!

Se siete di Brolo ditemi almeno 5 conduttori radiofonici di Radio Brolo…

Se ti ricordi i bei fiori del giardino sulla nazionale dietro la fontanella c era la ringhiera alta e tanti fiori ..( dove ora c’è Armando )

Sei di Brolo se…. Anche tu conoscevi a Signora Bastiana mamma di Rino Incognito…. Nte so mani me mamma non mi poteva toccare….

Se dici casteghio e non casteddu!

..se ricordi gli spettacoli di carnevale organizzati dalle “mitiche” sorelle Maria e Nunziatina Lamonica!

Sei di Brolo se…. Al Castello conoscevi a Signora Minica…

Se sei di Brolo..dovresti ricordarti quando noi della zona castello e dintorni …si faceva la spesa dalla “Bongiorna” …mia madre mi urlava…cià stari—quantu u diavulu mpardisu…. ahahahahahaha

1399168_10202330295052273_486298124_o..se sei di Brolo e ti ricordi la signora Chicchina, di lei si diceva che avesse tanto oro ed una casa bellissima, in giro non si vedeva mai.

sei di Brolo se ricordi il negozio di abbigliamento della signora Tanina in piazza Roma…

Se sei di Brolo…..ricorderai sicuramente il negozio d’abbigliamento di Brunittu Vizzari.

se sei di Brolo….ti ricordi le serate al circolo artiagiano con don Niculinu Fonti e u zu Miciu che preparavano il pane con la provola e salame

don Mimmu Caranna ca tipo

Se hai pagato 500 lire il panino dalla signora Elia

sei di Brolo se… ti cattavi u gelatu o circulu…

Sei di Brolo se ti ricordi di Maria Carmela e del suo splendido sorriso

A putia di Manganello e chiù sutta donna Maria a Bongiorno

Sei sei di Brolo almeno una volta ti hanno chiesto: “tu a cu apparteni”????

Se…compravi anche tu le magliette Onyx alla Jonboy…

A proposito du carnivali chi stannu non si fa,u carnivali du circulu artigiani,i nostri patri ei mammi a ballari intra e nuatri carusi a giucari o palluni ta piazza Roma.

Se sei di Brolo ti ricordi del negozio di scarpe di Napoli Costa…

Sei di Brolo se conosci u Tempuneee dove c’era a Manu Niuraaaa .

sei di Brolo se……… hai mangiato almeno una volta il famoso panino alla Gino………

Sei di Brolo se ti ricordi la parrucchiera “a Dolly” vicino alla stazione….

1596727_215458608644386_1389076401_osei di Brolo….se hai bevuto alla “fontanella”

….se ti ricordi della signora Sisina al Castello che faceva il doposcuola!

se sei di Brolo….ti ricordi a don Carmelo Fonti che portava i bomboli sulla bicicletta e frenava col piede destro

Sei di Brolo se…ti ricordi la bidella Pierina a Piana

… se ti ricordi la segheria in Via Marina e il mitico “Don Bastiano”…

… se ti ricordi il panificio nei pressi della scuola elementare… e il profumo delle sfoglie alla crema che si sentiva dal Comune!

Il vecchio oratorio…proprio dietro la chiesa….. Con i muri rivestiti dai cartoni delle uova!

Sei di Brolo se ti ricordi della Signorina Popò

Se sei di Brolo se….ti ricordi la profumeria MdoppiaM

Sei di Brolo se..conosci e hai ai cantato la canzone “Viva viva viva Brolo tra cielo e mar”..

Sei di Brolo se conosci il Piovra

sei di Brolo se avuto la fortuna di frequentare l’oratorio ai tempi di Padre Nunzio

Sei di Brolo si.. ti ricordi il vecchio bar Ustino dove adesso c’è il bar central?

1654359_10202934206263387_1676947485_nSei di Brolo se vi ricordate le giocate “o travu longu”………..

Sei di Brolo se, quando ti trovi fuori paese, tutti ti invidiano perchè conosci di persona Ciccino Lo Balbo…

Sei di Brolo se…..ti ricordi la festa sottogrotte con pignateddi e corsa nei sacchi…

Sei di Brolo…se ricordi il signor Carmelo Pizzino ” dû telefunu,” quando la sua attività di impiegato si svolgeva presso alcuni magazzini delle Case Popolari.

.. e Giovanni Vaceccola?

Sei di Brolo se hai comprato qualche volta “u pani cunzatu” (pomodoro e acciughe)sottogrotte al forno di Pippo e Sarina

Sei di Brolo se……ti ricordi di Michela…….. (scalza) o casteddu

sei di Brolo se da bambino giocavi “e ciappi chi fiurini” nto cortili ri scoli elementari ri piazza Roma ;)

Se sei di Brolo…..ricordi sicuramente don Nino Fonti detto “fuddittu” … una persona speciale

Se ti sei tuffato dal pontile messo davanti la Cicala

Si di Brolu…si t’arricordi ri Vicinzinu Zaghis (Vincenzino Saghes) ed La Pinta ù pusteri

Sei di Brolo se ti manca Brolo. ..

Se quando vedi la piazza Roma piena di auto, pensi che quella piazza è stata sempre uno stadio di serie A.

sei di Brolo se.. ti ricordi le suore del castello…

Sei di Brolo se ti ricordi du tabbachinu da chiana da signura Maria a dummisciuta….

se sei di Brolo hai giocato a chiapparella fino alle 2 di notte nelle vie del castello

E sei di Brolo se ti ricorde il negozio del signor De Lorenzo….

Se sei di Brolo ti ricordi il negozio di barbiere del signor Nicolino Capizzi….

La macelleria vicino Don Cono u sartu

La polleria in piazza Roma

Sei di Brolo se ti ricordi di chiosco

sei di brolo se…..almeno una volta hai suonato il campanello della Putra!

Sei di Brolo….. Se il sabato pomeriggio ti davi appuntamento “al muretto”…..

Sei Brolitano se almeno una volta hai scorrazzato o ti sei fatto un tocco di birra con il mitico Pippo quando era “Johnny”!

E Tinniru u pizzaiolo da Rasputin

Se sei di Brolo ricorderete la bottega della via marina di don Filippo Collova’…

Sei di Brolo se… almeno na vota ti fici scola a “Milici”…

Sei di Brolo se a maestra Sarina ti ‘nsignó:”quantu è laria la me zita” da cantare a squarciagola!

Sei di Brolo se… canusci a “porta fausa”

E la leggenda di Maria la bella ..

Se sei di Brolo ti ricordi l’asilio al pposto di Eugenio e la fabbrica di “sarta “a stazione … l’asilo in via kennedy o primu pianu o vicino a don Pippo ‘o bar del sole

non si marinaro o castidoto se non hai visto Bastiano (scimmia pilusa) che correva nudo dalla spiaggia al castello inseguito da don Nino picchiandolo cu u manciuni dei limoni con le spine

…se: “tardu si fici, o bivemu (e concimiamo il platano) a funtana a mersa e nni ricugghiemu pa casa”!

se sei di Brolo hai giocato a ciappa con i bottoni dei cappotti ,a battimano con le figurine, o al pallone nella piazza di fronte la scuola

u maneggiu di Paviolo all uliveto

E u Sig. Biondo cu Benelli russu?

donna Signorina mitica

Sei di Brolo se ti ricordi del vecchio frantoio di fronte l’oratorio!!!

Se ti lanciavi con i carretti di legno costruiti con vecchi ba nchi e cuscinetti …giù per la discesa del comune

entrare nella sala giochi di pino col motorino ahahahahha

Bacina u fotografo

Non si di Brolo di non t ha sciatriautu cun capoto

se sei di Brolo se con la bici carica di pacchi in via nazionale non ricordi don Nino Biondo sfrecciare

attaccarsi di corsa alle lape per salire in via trento

sei di Brolo se sentivi chiamare don Nino Biondo Bastianooooooooooooooooooooooooooo fino alla marina

Sei di Brolo se..almeno una volta hai bevuto una dreher con la piovra!

Sei di Brolo se…i gavettoni a ferragosto

Sei di Brolo se …ti ricordi del bar di donna Sarina a campo in via Trento di fronte o Spitalettu

sei Brolo se ricordi la Signorina popo

Sei di Brolo se… , a carni ‘nfurnata comu a faci Antonio u capitano, c’è u zittiti!

Sei di Brolo se passavi i pomeriggi al laghetto o alla “villa di sopra”

Sei di brolo se ti ricordi della bidella Rosa alle scuole elementari di Piazza Roma!!!

L’edicola vicino Don Lorenzo

Ni viremu o murettu

…hai fatto almeno una partita a “biliardino” al saloncino

sei di Brolo se .. “ci vediamo alle sedie dei vecchi”

sei di Brolo se…..quando vedevi compare basili gli dicevi ” tusa tusa” e si arrabbiava tantissimo :-))))))

Il dott. Catano…….e Pippo Piaviolo …con la vespa 50 blu …e i rayban

…continui ancora a dare appuntamento agli amici “ai muretti”…

Sei di Brolo se CAPISTI COMMU??!?!?! Regolare..

Sei di Brolo se ricordi il ristorante il giardinetto nella vecchia sede!!!

Vi ricordate di NINU U CURATULU o cinema..

sei di brolo se ti ricordi del chiosco di mio nonno Lo Vercio

Se di Brolo se.. Sei andato allo scoglio a nuoto

Sei di Brolo…se ricordi l‘inferno dei polli

se sei di Brolo ti ricordi di …padre Lo Presti..

se sei di Brolo dici…..Idiu…Idia e Castediu

Sei di Brolo se ti ricordi du sergenti!!!!

Sei di Brolo se….. dici “ni viremu peri peri”!!!

andavi a ballare alla torre e dopo aver bevuto buttavi giu i bicchieri

Se sei di brolo ti sei mangiato la pizza alla vecchia segheria

sii di Brolu.. si t’arricordi ri “Mariu pazzu” e “Nenè”

E la babydance del gattopardo?!

U bar d’ustino….. adesso centrale bar

Sei di Brolo se…ti ricordi l’apertura della via Santa Barbara!

Sei di brolo se…il soppalco del giardinetto

Sei di Brolo se hai sentito ‘u sugnu’

Lo station club

sii di Brolu si t’arricordi Pippu Jhonny chi sportelli aperti da tagora a marcia arreri ‘nta anzionali hahahahahah

Sei di Brolo ..se ti ricordi ..u bar di l’avvocatu….

Sei di brolo se ti ricordi Carmelu Princiotta (scarpacotta)

Ti ricordi du maestro PIPPINO LAMONICA…

Sei di Brolo se…andavi a comprare il gelato dalla ‘Signora Pippa’ Sottogrotte!!!

Sei di Brolo se ti sei improvvisato equilibrista all’antinna a mare 

Sei di Brolo se almeno una volta nella vita hai giocato una schedina del Totocalcio da Don Nicolino…

Sii di Brolu…si t’arricordi ù dutturi Andrea pi carnivali vistutu ri sposa e si facia “sciusciari a tabbacchera”

se sei di Brolo ti ricordi u panificio di Signor Caccetta e la macelleria di Sig.Cipriano vicino il dottore Giannitto (mitici Bomboloni alla Nutella )

Sii di Brolu…si t’arricordi chi c`era ú semafuru ò centru ‘mpinnutu ‘nta l’aria

Se sei di Brolo ricorderai Rocco, il cane dei Caranna!

Le serate al circolo tennis in via nazionale!!!

Io mu ricordu , ma cu di vuatri si ricorda u vecchiu don santu a latu a ma casa.

la pasticceria Raffaele davanti alla chiesa

…….. il bar di donna rosa ….proprio di fronte la chiesa!!

la preside zoppa che partiva con la seconda e arrivava a ficarra senza cambiare marcia e la freccia sempre accesa

Se hai partecipato alla “mitica “caccia al tesoro …

Sei di brolo se… almeno una volta ti firmasti di notte avanzi Brolo a bere alla fontanella…

Aah e il pontile,col mare agitato arrivare fino in fondo e tornare di corsa indietro per non farsi prendere dagli spruzzi….E sempre al pontile fino a tardi a parlare con gli amici.Che tempi!!!!

Ti ricordi la mitica pizza Speciale dell’indimenticato Salvatore Catina della Rasputin.

Sei di Brolo se hai comprato almeno una volta una camicia alla “Camiceria Castello”

E il Cinema alla Marina al posto dell’attuale Gattopardo

E donna Carmela a bidella di scoli elementari

Sei di Brolo se….ni videmu o campettu “russu”….

e la jeep nella vetrata della banca sulla nazionale ahahahaha

Se sei di Brolo…ricorderai il panino dal “magnifico”prima di andare a scuola!!!!

Sei di Brolo se almeno una volta, scippasti na timpulata da Donna Carmela, la bidella. Che dolore!!!

Sei di Brolo se…giocavi a pallone nella piazza della stazione.

Sei di Brolo se ti ricordi la signora Kairi’ e il sig. Fonti seduti davanti alla porta vicino al tabacchino…

Sei di Brolo se… ti ricordi il salto in lungo pieno di sabbia alle scuole medie…

Sei di Brolo se ti ricordi Nardo Marino e le male parole che si sentivano fuori dalla parto del comune….

il motorino del piovra sopra lo scoglio ahahahhahahaa

Seppur non avendo l’età per votare, non volevi perderti i comizi del dott. Indaimo in piazza Roma!

Sei di brolo se invece di dire: ci vediamo sul lungo mare !dici: ci vediamo alla marina

Ti ricordi quannu Ninu u Rancu faceva a canni nfurnata unni a signora Iolanda cu Don Giuann Paviolu chi ci mazzava i vespi chi si ricugghievunu pu ciauru

Sei di Brolo quando andavamo a ballare alla Torre e alla Cicala e in fina al sottogrotta…..

E la sala giochi in piazza Annunziatella dei Fratelli Caranna???

Sei di Brolo se ti ricordi quelle famiglie che venivano a stare nel nostro paese perché lavorano alla costruzione dell’autostrada….ragazzini che facevano con noi due/tre anni di scuola con noi e poi sparivano….chissà se loro si ricordano ancora di Brolo!

E “GIRARDENGO” chi banniava u pusci… Unni Carmelu a pischeria u pisci spada a du milaliri…

Sei di Brolo se… ti mangiavi i millicucca in via Ferrara…

Ve lo ricordate il sacrestano” ninu u ciurighiu”.???

E i putii du vinu a nagitta e u cucciuni

La fabbrica di limoni sul lungomare

E Don Caloriu u scarparu al castello…

sei di brolo se ricordate il pub 2000 di calogero

Sei di Brolo se….da ragazzi con gli amici si passava la serata da Salvatore Cuticchia…

Sei di Brolo se il caffè special lo ordini solo dov’è veramente “special”

Sei di Brolo se…sei della MARINA!!!

Ed ancora il post – tardivo ma evocativo di Corrado Speziale.

Sei di Brolo se…Ti ricordi u gesiancu (l’albero di gelso bianco) e il campo da tennis di Gembillo dietro la chiesa, nell’attuale piazza della caserma.

Sei di Brolo se… ti ricordi il ragioniere Enzo, al campo, annunciare le formazioni: “Fhhh, Fhhh” (soffiava nel microfono per provarlo), poi partiva: “Amici sportivi buon pomeriggio, eccovi le formazioni delle squadre…” Prima gli avversari. Poi la Tiger, squadra grandiosa, allenata da Melo Cipriano, presidente Gianni Germanà, salita in promozione nel 1975: “Spinella, Muscarà, De Luca, Marino I, Marino II, Buttò, Indaimo, Calderone II, Pino, Cicero, Famà”. Poi quella dell’anno successivo (Buttò era andato al Messina, Gianni Calderone al Marsala, Indaimo alla Gioiese): “Gentiluomo, Muscarà, De Luca, Truscello, Marino, Scarpaci, Motta, Calderone I, Pino, Saglimbeni, Felis”. E le battaglie con la Pattese, il Milazzo, il Provinciale. E poi con l’Orlandina, l’ACR S.Agata etc.

e per arrivare ai nostri giorni:
Sei di Brolo se conosci i mutui fantasma…

 

scomunicando-novembre-comunicazione

Questa articolo pubblicato il 4 febbraio del 2014, i suoi commenti, i suoi ricordi, entra nella nostra rassegna dedicata ai “Brolesi” la sezione del nostro giornale dedicata a storie e personaggi più o meno noti, che hanno caratterizzato la vita del paese.

Se avete voglia di leggere altro ….

BROLESI – Tra ironia e amarcord

DONNA CARMELA – Non negò mai un bicchier d’acqua a nessuno, dagli operai ai bagnanti e visse per decenni nel “casello” di Brolo

BROLESI – I Tripi, da generazioni apprezzati per la professionalità nel difficile lavoro di essere vicino alla morte

DON ENZO CARUSO – UN ANNO FA… A BROLO

SICILIA DA VIVERE – Il “Giornale d’Italia” dedica un ampio servizio al Castello di Brolo

FESTE E TERRITORIO – Oggi quella del Lacco

IL “BARONE” – DAGLI ABISSI ALLE INERPICATE VERSO I COMUNI PIÙ ALTI DELL’ISOLA

BROLESI IN “EQUILBRIO”- CONO BARNÀ E NATALE CALDERARO, INSIEME , IN CIMA AL GOTHA DEL MONDO SCIENTIFICO MONDIALE

Brolo – Tutti meno uno

Ricordando il Vajont – E Brolo, quella mattina, pianse un suo “figlio”

Antonio Agnello – La morte di un imprenditore brolese

Brolesi – Vincenzo Stancampiano, l’arte dell’intarsio e il serio lavoro di artigianoBrolesi –

STORIE BROLESI – LA MAESTRA LETIZIA

Nuovi Poveri – L’onorevole non arriva a fine mese

STORIE BROLESI – Il “Barone” del mare

SBARCHI & GUERRA – 72 ANNI ANNI FA GLI AMERICANI A MALPERTUSO

RICORDI BROLESI – Vent’anni. Quando la Tiger li festeggiò al Gattopardo

Poeti Brolesi – Vittorio Ballato

Personaggi – Brolo: l’ultimo saluto a “don Nunzio” Giuffrè

NINO SPEZIALE – “Le piene del torrente … e della mia vita”

Mangiar Bene – A Brolo c’è, da sempre, “La Quercia”

LUTTI BROLESI – E’ morto uno dei “padri” del sindacalismo sui Nebrodi.

LA STAZIONE & BROLO – L’ULTIMO TRENO

DON SABBATURI – A BROLO, LA MORTE DELL’ULTIMO ARTIGIANO

DOLCEZZE BROLESI – Armando finisce tra i quaranta pasticceri fotografati da Giò Martorana

CINEMA E UOMINI – I Vitelloni “Brolesi”

CIAO VINCENZO – Ieri i suoi funerali a Brolo

CAMERA DEL LAVORO – QUELLA DI BROLO È “UNA FUCINA DI FORMAZIONE”

BROLO, BROLESI E IL CARNEVALE – Ettore Salpietro, uno scienziato nella tradizione della “festa”

Brolo e la Guerra – A 70 anni dallo sbarco

BROLO AMARCORD – Ecco la “Scuola”

BROLO “GELATO EXPO” – CHI CI SARÀ! ( storia dei bar di Brolo)

BROLO & LA GUERRA – Le foto dello sbarco

BROLO & LA GRANDE GUERRA -“CHI DIEDE LA VITA EBBE IN CAMBIO UNA CROCE”

BROLO – SI CELEBRA, TRA ANTIMILITARISMO E COMMEMORAZIONI STORICHE, LO SBARCO AMERICANO DEL 1943

BROLO – Si celebra, tra antimilitarismo e commemorazioni storiche, lo sbarco americano del 1943

BROLO – Ordigno bellico rinvenuto in mare a Malpertuso, ultimo testimone dello sbarco degli alleati

Brolesi: Joe Ziino – Un “pezzo” di paese che va via… in America

Brolesi: A “Puntidda” – L’oste di Lacco, che ha attraversato un secolo … va via.

Brolesi, Pippo Cipriano – Pescatore, “bandito & pentito”… è morto

BROLESI CHE VANNO VIA – Mariano Scarpaci il “compagno” imprenditore

BROLESI – Tra ironia e amarcord

Brolesi – Santa Lucia del ’41, quando “Ciccio” s’inabissò

BROLESI – Ricordando Carmelo Ricciardello, “inghiottito dal fango” nell’alluvione di Scaletta

BROLESI – Piccoli meccanici … era il 1955

BROLESI – Nino Capitti, “maestro pasticcere”

Brolesi – Morire per un lavoro.

BROLESI – MA QUALE SICUREZZA? I GO KART SI VEDEVANO COSÌ

BROLESI – La neve del ’62 in attesa del “Big Snow”

Brolesi – La buona pesca

Brolesi – La Bidella

Brolesi – L’atto di eroismo di Basilio Napoli

BROLESI – Indaimo e gli altri in consiglio comunale

BROLESI – GIUSEPPE BELLANTONI UN GRANDE BARITONO “DIMENTICATO”

BROLESI – E piazza Nasi divenne piazza Mirenda

BROLESI – E loro andavano all’Università

BROLESI – Don Carmelo, il “primo” telefonista

BROLESI – 1 milione di kilometri con l’Onorevole.

BROLESI – “Reverendi”

Brolesi – “Pezzi di Scuola” che scompaiono.

Brolesi – “Peppinello”

Brolesi – “All’ombra dell’ultimo sole”

Assenze – Ciao Giovanni.

Arturo Caranna – Un brolese “sovversivo”

ANTICA BROLO – LA LEGGENDA DU SUGGHIU

AMARCORD BROLESI – La prima sagra del pesce, erano appena iniziati gli anni ottanta

A Proposito del Giro – Quando passava da Brolo, e Moser era testimonial delle gare che i brolesi organizzavano

PIPPO SOTTILE – ELOGIO AL GRANDE “PICCOLO” ATTORE

Don Cono “U Chiareddu” – Tra imprenditoria e turismo … un burbero sognatore, brolese doc, che va via

BROLESI – I 100 anni di “don Vasile”BROLESI – I 100 anni di “don Vasile”

Brolesi – Si “allunga” la via dedicata a Don Carmelo Pizzino

Rivedendolo – “Ogni giorno come se fosse l’ultimo”, quando i brolesi divennero tutti attori

Brolesi – Mimmo Caranna, a dieci anni dalla sua scomparsa

Contrasti – Quieto, irrequieto, inquieto, a Brolo “‘u Ploratu” mostra la sua suggestiva bellezza

Ritratti di Brolesi – Il paese che cambiava, era il 1957

Storie Brolesi – Luca Buonocore… la Cina è vicina ed il Futuro è già realtà, anche dentro uno spot televisivo

Brolo, Brolesi e la Chiesa – Dieci anni fa veniva ristrutturata

Maestri a Brolo, Domenico Siragusano – Improvvisamente mi torna in mente il mio maestro

Brolesi – I Contipodero, a cavallo di tre secoli

BROLESI – DON MICHELE IL “RAGIONIERE”. STAMANI I SUOI FUNERALI

Brolesi che vanno via – La morte di Don Vasile, centenario del paese

BROLESI – “Vossiabbinirica,” Don Saro

BROLESI DI SUCCESSO – DIANA ANDREOTTI AL VIRGIN AUSTRALIA MELBOURNE FASHION FESTIVAL

BROLESI TRICOLORI – AL CAMPIONATO MONDIALE DELLA PIZZA 2016 C’ERA ANCHE FRANCESCO BACINA IODICE

BROLESI – I vent’anni del “Central”

NINO CAMPOCHIARO – Quando un eterno sognatore, che non si arrende  mai, va via

BROLESI – A Rossella Bruno il ‪iMig2016

LEO CARANNA – “La gente aspettava  il suo arrivo”, mentre sentiva il rombo della sua auto

PIPPO LIONE – E’ morto questa notte un “Signore” della politica brolese

FOTO & SIMBOLI – Il Silenzio per i Caduti del Mare

BROLO – Quando sbarcarono gli americani

DEDICHE E RICORDI – A Brolo tutti pronti per il Torneo dei Tornei di Tennis

“PARALIPOMENI” – παραλειπόμενα. Ma il Maestro Speziale non ha tralasciato nulla nè prima nè dopo

Storie Brolesi – Il “Barone” del mare

ANTICA BROLO – LA LEGGENDA DU SUGGHIU

FOTO E SIMBOLI – Il 4 novembre, Don Santo, a Brolo, la Festa dei Reduci

LA MORTE DI UN ANGELO – Ninuccio che va via. Il dolore di tutti che abbraccia la sua famiglia

CANTERINI DI BROLO – Hanno fatto girare in 36 anni il Mondo intorno a Brolo

PER NINUCCIO – SCUOLE CHIUSE A BROLO, NEL POMERIGGIO, PER PARTECIPARE AI FUNERALI

BROLO SILENTE – PER NINUCCIO LACRIME E PALLONCINI BIANCHI

LUTTI – Brolo ha una “stella” in più

LA MORTE DI PIETRO MIRAGLIA – IL GIUDICE BROLESE SI È ACCASCIATO DURANTE UN’UDIENZA. INUTILI I SOCCORSI

STORIE BROLESI – Trent’anni che sembrano ieri. Nella mostra alla “Multimediale” scatti inusuali di come eravamo

BROLO – La Mostra di com’eravamo sino al 6 gennaio alla Multimediale

STORIE BROLESI- Foto che fissano brindisi e incontri aziendali di fine anno, ma che dicono molto di più

UN AMORE INABISSATO SUI FONDALI DELLO SCOGLIO DI BROLO. CORREVA L’ANNO 1964

GIULIA PINO – INSEGNÒ A BROLO. ANARCHICA, SOCIALISTA, AMAVA LE RECITE E LA CULTURA… LASCIÒ UN PIANOFORTE ALLA “SUA” SCUOLA

Ti preghiamo di disattivare AdBlock o aggiungere il sito in whitelist