FRED BONGUSTO – Addio al Signore dei night

Voce calda, vellutata, avvolgente, un timbro da night e piano bar anni ’60. Fred Bongusto ci lascia a 84 anni dopo una lunga malattia.

Voce calda, vellutata, avvolgente, un timbro da night e piano bar anni ’60. Fred Bongusto ci lascia a 84 anni dopo una lunga malattia. Leggendaria la sua “Rotonda sul mare” Alfredo Antonio Carlo Buongusto ha fatto innamorare generazioni con l’eleganza di un gentiluomo. Era nato a Campobasso ma viveva a Roma dove stanotte, alle 3.30 è venuto a mancare. I funerali si terranno lunedì 11 novembre alle 15.00, Chiesa degli Artisti, Basilica di Santa Maria in Montesanto.
Una lunga carriera musicale per Fred Bongusto, tanti i riconoscimenti anche l’onoreficenza di Commendatore della Repubblica voluta dall’allora Presidente Carlo Azeglio Ciampi.
Da Campobasso nei primi anni 60 Fred Bongusto si affacciò nel mondo della musica con i 4 Loris, (oltre Fred, Renato Silvestri, Loris Boresti, Luciano Bigoni e Nini Mezzet), poi un crescendo, riesce infatti a conquistare il pubblico con “Notte d’amore” (rifacimento di Jealous Lover di Charles Williams). A seguire ‘Bella bellissima’ e ‘Doce doce’ fino al successo internazionale del 1964 ‘Una rotonda sul mare’ Poi ‘Malaga’, ‘Spaghetti a Detroit’, ‘Amore fermati’, ‘Frida’, ‘Tre settimane da raccontare’, ‘La mia estate con te’, ‘Questo nostro grande amore’, La mia estate con te tutte hit che scalarono la classifica del cuore italiano.

Importante anche la sua produzione di colonne sonore per film di successo, come Malizia di Dino Risi, Peccato veniale di Salvatore Samperi, Venga a prendere il caffè da noi e La cicala di Alberto Lattuada.

Nel 1979 la vita di Fred Bongusto fu scossa da un grave fatto giudiziario, erano gli anni di piombo e mentre Fred era fuori casa, Cristiano Fioravanti e Alessandro Alibrandi, terroristi neri, picchiarono e rapinarono la moglie Gabriella Palazzoli e la governante, denaro, gioielli e anche di un disco d’oro, per un bottino da centinaia di milioni di lire.

L’attività artistica è seguita anche negli anni ’80, nel 1986 partecipa al Festival di Sanremo con ‘Cantare’, il brano più eseguito in quell’estate, nell’1989 l’album ‘Le donne più belle’ con all’interno ‘E fantasme’ brano inciso e cantato con Il Giardino dei Semplici.

Ultima apparizione il 22 aprile del 2013 quando cantò ‘Questo nostro grande amore’, in memoria di Franco Califano.

Ti preghiamo di disattivare AdBlock o aggiungere il sito in whitelist