DIFESE QUASI D’UFFICIO – Dopo la querelle tra Gaetano Scaffidi e l’amministrazione Comunale brolese

Salvo Messina e Nino Ricciardello, che certamente non erano messi in conto, e poi Irene Ricciardello, Marisa Bonina e Carlo Miracola del gruppo “Voliamo nel Futuro” e Peppe Miraglia, per loro una difesa quasi scontata. Ecco le prime prese di posizione pubbliche dopo la querelle di oggi.

e di certo la storia non finisce così

Dopo il comunica di replica del “cittadino” Gaetano Scaffidi ecco che prendono posizioni,. sulla decisione di denunciarlo in sede civile da parte dell’Amministrazione comunale per alcune su esternazioni ritenute lesive èer l’immagine sociale e politica del paese, altri esponenti della locale “vetrina” politica.

A scrivere per primo sui social è stato Salvo Messina. Di certo lontano nel modo di dire e di fare dall’esponente consiliare brolese, poi due ex residenti del consiglio ed il gruppo di Voliamo nel futuro.

Leggiamoli.

Salvo Messina.

Nessuna difesa d’ufficio… proprio io non potrei e non vorrei.. ma una considerazione va fatta.
Ero convinto che la giunta avrebbe dato un contributo economico per la pulizia delle docce effettuata come servizio civico dal consigliere “cittadino” GAETANO SCAFFIDI (che con la zappetta in mano ha fatto la sua bella figura ,interpretando un ruolo che onestamente gli si addice molto) , ed invece leggo che la Giunta decide di denunciarlo per danni all’immagine… e credetemi non siamo su scherzi a parte”.
A me viene da ridere, considerando i tempi di una causa civile, le motivazione ecc ecc .

Mi sembra più un messaggio vuoto di contenuto, lanciato al simpatico “Tanino” , dandogli un importanza politica che forse non ha.

Continuo a credere che la migliore risposta siano i fatti.

La stagione estiva è iniziata, la nostra spiaggia ed il nostro lungomare, oltre che per i lavori in corso, sono messi davvero male. Provate per un po’ ad operare senza questo continuo batti e ribatti che ha stancato tutti…e non porta a nulla.

GLI AMMINISTRATORI SI OCCUPINO DI FARE LE COSE, I CITTADINI SANNO GIUDICARE e su quel lungomare a prescindere da cosa dica SCAFFIDI il Giudizio in questo momento è davvero negativo per tanti, troppi aspetti!!

Nino Ricciardello

Com’è notorio non sono un estimatore (tutt’altro) del consigliere comunale e meno ancora dell’ex vicesindaco […]. Come politicante lo reputo, mi sia concesso un impeto benevolo, “controproducente” e “decontestualizzato” rispetto alla realtà politica e sociale brolese. Come se non bastasse il resto, il buon Tanino […] recentemente, folgorato sulla via di Pontida, è diventato persino legaiolo ed alfiere locale del leader Padano… Fatta questa doverosa premessa devo dire che reputo il ricorso a questo tipo di azione giudiziaria del tutto sbagliato, fuori luogo, non necessario, controproducente, diseducativo, se vogliamo “lallaresca” e complessivamente mortificante persino nei confronti di ciò che resta della “politica”.

La prima mortificazione, a mio modesto e personale avviso, è a danno di chi questo tipo di azioni le promuove. Lo dico da appassionato ed innamorato della Politica che fu…. Il confronto Politico si opera nei luoghi e con i metodi della Politica, se se ne è all’altezza… Ricordo che nel corso dei miei due mandati da Presidente del Consiglio Comunale, si vissero momenti di autentica tensione (e, mi sia concesso, contese e contendenti in campo erano di ben altro spessore). Il sindaco era lo stesso. Anche all’ora l’ipotesi del ricorso ad azioni giudiziarie (di sottintesa natura censoria) di questo genere venne ventilata. Ovviamente nessuno, ad iniziare dal sottoscritto, le spalleggiò e non ebbero seguito, morirono in aula. Altri tempi ed, al 99%, altri protagonisti.

Voliamo Nel Futuro

Ci lascia sicuramente senza parole l’assurda quanto incomprensibile deliberazione della G.M. di Brolo, che conferisce incarico a due legali per agire in giudizio nei confronti del collega consigliere comunale Gaetano Scaffidi.

Una azione al limite dell’inverosimile soprattutto perché posta in essere da chi, nell’ultima campagna elettorale, si è battuto il petto nel nome della tanto decantata “pace sociale” che, sempre a dire degli stessi, sarebbe mancata a Brolo.

Esprimiamo la nostra più sincera solidarietà al consigliere comunale Gaetano Scaffidi, sia come colleghi consiglieri che come liberi cittadini, non riconoscendoci in questo atto voluto dalla G.M.

È assolutamente impensabile, a nostro dire, che si possano intraprendere simili azioni totalitarie in un paese democratico, solo perchè si svolge il proprio ruolo politico di vigilanza e controllo che spetta ad un consigliere comunale.

Ci auguriamo che la G.M. prenda atto del tono eccessivo del gesto e, revocando la delibera in questione, vorrà concentrarsi sulle giuste cause per cui è stata chiamata dagli elettori: amministrare seriamente il paese, ponendo le corrette e tempestive attenzioni alle problematiche reali del nostro paese, che, purtroppo per noi, sono davvero tante.

I consiglieri comunali Irene Ricciardello, Marisa Bonina e Carlo Miracola.

Giuseppe Miraglia, ex presidente del consiglio comunale.

Esprimo massima solidarietà e vicinanza ad un amico e “collega” di tante “battaglie” con cui ho condiviso uno splendido percorso politico, che ci ha portato ad amministrare il nostro comune.

Oggi Gaetano Scaffidi sta interpretando il ruolo di consigliere di opposizione alla perfezione,come meglio non si potrebbe fare.

Sempre attento, sul pezzo, appassionato, dedicando tempo ed energie, senza soluzione di continuità, al nostro territorio. La notizia di intraprendere vie legali da parte dell’attuale amministrazione, intentando a lui, un eventuale causa per danno di immagine, mi lascia basito mi sembra una delle cose più ridicole mai lette e tra l’altro lo trovo un grandissimo errore politico, scomposto, segno di nervosismo e debolezza anche sotto il profilo comunicativo.

Eventualmente se l’immagine di Brolo appare oggi leggermente sbiadita le colpe sono da ricercare in una scarsa superficiale ed approssimativa amministrazione del nostro comune.

La situazione del nostro lungomare non è delle migliori e questo è innegabile. Risolvete con i fatti che “colpi da campione” non se ne sono visti…anzi tutt’altro. I#brolo

 

 

da leggere

GAETANO SCAFFIDI LALLARO – Il Comune di Brolo agirà in giudizio, per danno d’immagine, contro di lui

GAETANO SCAFFIDI LALLARO 3 – La replica dopo la denuncia

 

 

Ti preghiamo di disattivare AdBlock o aggiungere il sito in whitelist