MARCO BETTIO – La voglia di diventare una “star” più forte del coronavirs

Continua ad allenarsi a casa per non perde la forma fisica, e costruisce sogni e  progetti per il “suo” dopo il corona-virus per raggiungere i suoi obbiettivi.

Marco Bettio, 21 anni, è nato a Trecentae ora vive a Bagnolo di Po, un piccolo paesino di campagna del Veneto.

Attualmente lavora come vice responsabile in un negozio di abbigliamento ma sto coltivando il suo sogno più grande e cioè diventare un modello.

Appassionato di palestra che frequenta quasi tutti i giorni per coltivare e migliorare il proprio fisico. La sua passione da bambino era quella di diventare calciatore professionista, infatti ha alle sue spalle 8 anni di carriera a livello agonistico.

È attratto anche dal ballo e si definisce un ragazzo ambizioso e determinato. Sin dall’adolescenza ha percepito la tensione per il mondo della moda, della tv e dello spettacolo, che tutt’oggi segue con molto interesse. La sua prima soddisfazione fu quando nel 2016 venne contattato dall’agenzia “My Agency” di Milano per un colloquio conoscitivo e tutto andò per il meglio, infatti realizzò con quest’ultima il suo primo book fotografico e iniziò così i suoi primi casting per i programmi televisivi. Ad un casting le sue foto piacquero molto ad un componente della trasmissione “Detto Fatto”, allora condotta da Caterina Balivo, che gli permise di potervi partecipare nella qualità di comparsa.

Trasferitosi per un periodo a Milano, per dare vita a questo percorso, iniziò a fare delle comparse nelle prime file del pubblico nelle trasmissioni Rai: “Detto Fatto”, “Che Tempo che Fa”, “La domenica sportiva” e molte altre ancora. La sua prima comparsa come protagonista fu proprio a “Detto Fatto”, infatti fece un tutorial con Caterina Balivo nel 2017, in cui parlava dei diversi look dei giovani. Fu poi protagonista a “Che tempo che Fa”, sempre nel 2017 in cui portò in scena una lavatrice per l’anniversario di matrimonio di Orietta Berti.

Nel 2018 fu la volta della pubblicità per il programma Rai “Portobello”, con Antonella Clerici. L’anno scorso, grazie al manager Lele Mora -, che conobbe da bambino, visto che anche quest’ultimo è di Bagnolo -, fece da comparsa nel programma Mediaset “Live non è la D’Urso”.

Per questo 2020 i progetti sono tanti e dopo il corona-virus gli auguriamo di poter finalmente raggiungere i suoi alti obbiettivi.

Salvatore Bucolo

Ti preghiamo di disattivare AdBlock o aggiungere il sito in whitelist